Politica Locale

Zuccatelli si è dimesso. La decisione però è dei calabresi, non del governo

Zuccatelli si è dimesso, ma non per volere di Speranza. I calabresi hanno espresso la loro decisione.

In questo periodo la Calabria è stata oggetto di un’attenzione mediatica fuori dalla norma. L’attenzione è stata alimentata dalle persone nelle piazze che hanno espresso a gran voce i loro diritti, specie uno, quello della salute. In tutte le città della Regione sono avvenute mobilitazioni che hanno riportato la Calabria nel campo d’attenzione nazionale. Tra le richieste anche le dimissioni del commissario Zuccatelli. Le manifestazioni, a volte, hanno avuto toni intensi, ma comunque sono state svolte nelle modalità democratiche e civili. Piazze eterogenee di persone oneste che hanno preteso democraticamente i loro diritti.

Non bisogna quindi fare lo sbaglio di attribuire questa scelta alla presa di coscienza del Ministro Speranza o del commissario, perché, in sostanza, Speranza ha solo accolto le istanze del popolo calabrese chiedendo le dimissioni di Zuccatelli; grazie anche all’aiuto di giornalisti e membri della società civile che con il loro operato di cittadini e cittadine hanno fatto venire a galla quello che era Zuccatelli. Basta ricordare il collettivo Fe.min che ha diffuso un video dove l’ex-commissario si lasciava andare in strane teorie sulla diffusione del virus e in battute abbastanza antipatiche di sfondo sessista.

I calabresi sembrano aver vinto questa battaglia, ma la guerra alla malasanità e alla pappattoia dove ingrassano gli stomaci della onorata sanità massonica, mafiosa e politica non è ancora vinta. Un nome che potrebbe svolgere il ruolo di generale scelto dal popolo potrebbe essere Gino Strada, fondatore di Emergency, ma ad una sola condizione espressa dallo stesso Strada: carta bianca su tutto.

 

 

 

 

 

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *