1 min di lettura

Liberarende chiede pubblicamente scusa a Luigi Maria Vite per averlo chiamato in causa nell’articolo su Quartopiano. Vite non c’entra nulla, non è referente di Quartopiano, né si può dire che abbia ricevuto, come è stato scritto, i 66.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.