2 min di lettura

La comunità del quartiere Villaggio Europa, tramite un’istanza indirizzata al sindaco di Rende Marcello Manna, chiedeva verso l’inizio dell’anno scolastico, vista la precarietà strutturale del comprensorio scolastico, di intervenire con l’istallazione di n° 2 tettoie nei pressi dei nuovi ingressi secondari della scuola adibiti appositamente per la pandemia e, inoltre, di provvedere ad una pavimentazione consona al periodo invernale che sarebbe servita a facilitare l’ingresso dei bambini a scuola. Gli ingressi secondari sono stati pensati per rendere più sicura l’entrata a scuola per gli alunni – vista la pericolosità derivante dagli assembramenti – ingressi che però non sono stati attrezzati in maniera consona. I bambini del quartiere Europa sono quindi ancora costretti ad aspettare il suono della campanella senza nessuna protezione dalle intemperie.

L’istanza, che è stata firmata dai genitori delle nuove generazioni del quartiere, però, non è stata presa in considerazione dall’amministrazione locale. Segno della scarsa attenzione da parte delle istituzioni riguardo ai problemi quotidiani che il quartiere deve affrontare. L’istanza risale a settembre 2020, i genitori, e quindi bambini, a fine gennaio 2021, ancora non hanno ricevuto nessuna risposta.

Francesco Midulla, portavoce del PD rendese e firmatario dell’istanza, da tempo denuncia la non curanza dell’amministrazione Manna in merito alle questioni che riguardano la città di Rende. Sempre Midulla, genitore nato nel quartiere Europa e attento osservatore della comunità rendese, è in prima linea per quanto riguarda la città e, specialmente, per quanto concerne lo storico quartiere, realtà che lui conosce bene, essendoci cresciuto e avendo analizzato le sue potenzialità e le sue problematiche.

I problemi però non finiscono qui. Sempre grazie alle segnalazioni di Francesco Midulla, siamo venuti a conoscenze della presenza di siringhe usate, nei pressi della scuola elementare e dell’asilo nido del quartiere Europa. Siringhe che, molto probabilmente, sono state utilizzate da tossico-dipendenti per fare utilizzo di sostanze stupefacenti. Il problema della droga, in un quartiere che ha fatto tanto per diventare virtuoso, però ancora permane. La questione, per via della sua delicatezza e per le conseguenze che potrebbe portare, dovrebbe essere affrontato dalle istituzioni politiche, visto che questo dramma riguarda la sicurezza pubblica della comunità tutta, sicurezza pubblica che è il primo compito dello Stato. In questo caso, stiamo parlando della sicurezza pubblica di uno dei più popolosi quartieri di Rende, ossia Villaggio Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.