Cultura e Società

Shoah: muore Simcha Rotem, detto Kazik, ultimo eroe della rivolta nel ghetto di Varsavia

E’ morto, ieri, a Gerusalemme, Simcha “Kazik” Rotem, l’ultimo sopravvissuto alla Rivolta del Ghetto di Varsavia del 1943, aveva 94 anni. Lo ha annunciato in una nota il Presidente della Repubblica israeliana Reuven Rivlin, il quale ha reso omaggio a Rotem, ricordandone la sua eroica lotta contro i nazisti.

Simcha Rotem, nome di battaglia “Kazik”, fu uno dei dei capi della rivolta nel ghetto di Varsavia del ’43, pianificò la rivolta per tentare di fermare la deportazione verso i campi di sterminio degli ultimi ebrei rimasti nella capitale polacca.

“Aiutò a salvare la vita di decine di combattenti”, ha scritto Rivlin nel suo messaggio di condoglianze.

Quando i giornalisti gli avevano chiesto  che messaggio volesse trasmettere ai giovani israeliani aveva risposto: “Che siano umani. Siamo animali su due gambe ma siamo anche esseri umani e dobbiamo meritarci questa denominazione”.

La rivolta nel ghetto di Varsavia, dal 9 aprile al 16 maggio del 1943, è il più noto episodio di resistenza ebraica contro la violenza nazista: 13mila ebrei morirono in quelle settimane, altri 7mila furono presi prigionieri, trasportati e uccisi a Treblinka.

Rotem riuscì a fuggire e tornò a combattere i nazisti come membro della resistenza polacca, per poi trasferirsi alla fine del conflitto mondiale in Israele.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *