PoliticaPolitica Nazionale

Senatrice “pro ruspa” eletta Presidente della Commissione diritti umani del Senato

La Senatrice è famosa per le dure prese di posizione su campi rom e immigrati

La Senatrice ligure Stefania Pucciarelli è stata eletta presidente della Commissione per i diritti umani del Senato, sostituisce, alla guida della Commissione, il senatore del PD Luigi Manconi , ex Presidente di Amnesty International Italia.

Di certo la Pucciarelli non può essere considerata una campionessa dei diritti umani; ancora recenti le polemiche riguardo alcune sue frasi considerate da molti “ambigue” su campi rom e forni crematori.

“Finalmente al campo rom di Via Gragnola, a Castelnuovo Magra, sono ritornate le ruspe”, dichiarava il 9 novembre 2018.

Le sue posizioni anti-migranti e pro “maniere forti” nella gestione dei campi rom, erano già state oggetto di un procedimento penale.

Lo scorso 3 ottobre, era stata convocata dal Tribunale di La Spezia “per il reato di cui all’art. 3 c. 1 legge 654/1975” che riguarda coloro che propagandano “idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi e/o per chi, in qualsiasi modo, istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi”.

La ragione per cui era stata convocata era l’aver messo un like a un post che diceva “Certe persone andrebbero eliminate dalla graduatoria dal tenore di vita che hanno. E poi vogliono la casa popolare. Un forno gli darei”. A denunciarla era stata Aleksandra Matikj, presidente del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”.

Il procedimento si era chiuso con l’archiviazione.

L’elezione della Senatrice “pro ruspa” è avvenuta grazie al voto favorevole dei senatori grillini che ancora una volta, nonostante i tanti malumori interni, confermano l’asse di ferro con Matteo Salvini.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Politica

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *