Cultura e Società

Qual’è ora il confine tra umanità e disumanità ?

Fonte: Profilo Facebook di Mimmo Lucano

In un periodo di dolore e sofferenza ciò che sta avvenendo a Riace mette ancora più tristezza.
…ripetute per anni le parole dell’egoismo sono diventate famigliari, persuasive, lentamente hanno occupato centimetro dopo centimetro l’intero spazio dei nostri pensieri.
Si manifestano adesso in tutta la loro drammaticità: le strade delle grandi città disseminate di senza casa, i precari del lavoro, i braccianti neri delle baraccopoli, le speculazioni sulla sanità pubblica, la salubrità dell’ambiente compromessa dai nostri sistemi produttivi, il delirio del profitto.
Il contagio si è diffuso nelle fabbriche del nord. L’interesse del profitto viene prima della vita.
Qual’e’ ora il confine? Tra umanità e disumanità ?
Nella Riace della mia infanzia ancora incontaminata dal virus del consumismo scoprivo l’umanità come bellezza: le tessitrici, i pastori, i tempi lunghi del loro lavoro come una riflessione profonda che si faceva con le mani; le danze dei rom che accompagnavano i cortei religiosi.
La globalizzazione delle migrazioni è un fenomeno inarrestabile.
La politica dell’odio, dei respingimenti, delle cattiverie, non può trovare alcun esito positivo.
Per un’assurda coincidenza, per un capriccio del vento ha invece trovato un villaggio contaminato da un ” virus umano ” immaginando un luogo dove essere tutti uomini. Questa è l’eredità che lasciamo per un sogno a venire.
Hasta Siempre

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *