Michele Morrone di Innova Rende
2 min di lettura

Il capogruppo in Consiglio Comunale di Innova Rende, Michele Morrone, rilancia l’interessante proposta della sua associazione, per la concessione di spazi pubblici ad attività commerciali come bar e ristoranti, organizzate in consorzio, in modo da sostenerli e attenuare gli effetti della crisi economica provocata dalla pandemia: “mi preme sottolineare la bontà e l’urgenza della proposta lanciata dalla nostra associazione. Tutte le attività, in particolare quelle connesse alla vita sociale, sono allo strenuo e in drammatica difficoltà. Nel mese di Maggio, contagi e vaccinazioni permettendo, sarà probabile il ritorno a condizioni accettabili di socialità. Un’amministrazione attenta ha il dovere di pianificare per tempo e di rispondere nel merito. Bisogna essere rapidi nell’attuare soluzioni in grado di andare incontro alle esigenze sociali e produttive. Amministrare significa dare risposte concrete alla collettività, specialmente in momenti delicati come quelli che stiamo vivendo. Rende ha tanti “non luoghi” che grazie ad una virtuosa sinergia con il privato riqualificherebbe e renderebbe fruibili per la collettività. La nostra Città potrebbe diventare molto attrattiva anche per diverse attività presenti nell’area urbana, bisognose di spazi, che Rende è in grado di offrire.”– queste le parole del Capogruppo di Innova Rende, che si sofferma anche su un altro tema molto sensibile come quello della sicurezza in Città, nella quale negli ultimi tempi si sono verificati pericolosi episodi come furti con scasso in varie attività commerciali, rapine, incendi dolosi e rischiosi assembramenti incontrollati nei luoghi della movida: “al riguardo chiederò alla Giunta e all’Amministrazione Comunale il rapido ripristino e l’implementazione delle telecamere di sicurezza su tutto il nostro territorio, in particolare nei punti nevralgici della Città come la zona industriale, l’ingresso dell’Autostrada, l’Unical, piazze e strade principali. Un’adeguata copertura del servizio di telecontrollo avrebbe certamente limitato i numerosi episodi di criminalità e devianza ai quali abbiamo dovuto assistere nelle scorse settimane, coadiuvando le forze dell’ordine e tutelando le attività commerciali, le aziende e le famiglie Rendesi. Sono convinto che come altre importanti tematiche, anche la questione sicurezza vada affrontata nell’ottica di vasta area urbana, di concerto con il Comune di Cosenza e gli altri Comuni dell’hinterland, proprio per questo, mi farò promotore insieme ad altri colleghi consiglieri di porre all’attenzione delle autorità competenti queste criticità”.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.