3 min di lettura

Lo dobbiamo proprio ammettere e per la prima volta senza alcuna nota sarcastica, sinceramente il nostro sindaco è proprio un vero modello; ha senso dell’estetica, stile, sorriso magnetico e presenza scenica, quasi da far invidia ai migliori modelli di Gucci e Versace; se davvero volesse potrebbe abbandonare tutti i crucci dell’attività amministrativa e dedicarsi ad una seria e duratura carriera da influencer, diventando la Giulia De Lellis di Rende. Onestamente i presupposti ci sono tutti e le qualità non mancano, considerando le innumerevoli passarelle fotografiche messe in atto nel corso della sua carriera amministrativa, un book già pronto per sfondare nel mondo dell’intrattenimento.

E già intrattenimento, una parola di certo non scontata se si vuole descrivere l’azione politica di Manna e dei suoi, che nel giro di 7 anni amministrativi hanno bombardato mediaticamente la cittadinanza crogiolandosi in vari e generici “protocolli d’intesa”, in effimere inaugurazioni o annunciazioni, in traguardi ipoteticamente raggiunti ma che nel concreto si sostanziano in contraddizioni che evidenziano il rapporto clientelare della sua azione politico-amministrativa. Ma andiamo per ordine concentrandoci sui punti nevralgici di questa sit comedy messa in scena dal nostro sindaco.

I protocolli d’intesa

I “Protocolli d’intesa”, sono accordi fra soggetti pubblici e privati che si impegnano a seguire un medesimo indirizzo, ma non hanno alcun valore vincolante dal punto di vista giuridico. Nella storia amministrativa del Sindaco Manna, ne abbiamo contati almeno 500(per usare un eufemismo) stipulati con diversi enti e realtà associative, innumerevoli foto e strette di mano che se ci pensate, non hanno apportato alcun cambiamento effettivo in città; o forse non ce ne siamo accorti?

Le farlocche inaugurazioni

Le farlocche inaugurazioni sono un altro cult di questa tragicommedia; anche qui ne possiamo contare un infinità, partendo dal Parco Acquatico inaugurato in piena campagna elettorale a causa di accordo clientelare con i precedenti gestori che hanno portato la struttura alla deriva nel giro di un anno, anche meno; il mega progetto del nuovo Stadio del Rende Calcio, anche qui in comune accordo pre-elettorale con il suo socio Coscarella(che ora si è dato alla macchia), progetto fallimentare in partenza ma utilissimo per illudere i sogni degl’allochi rendesi; il Palazzetto dello Sport, ora finalmente completo (dicono) ma ancora fermo perché sicuramente si sta aspettando il giusto accordo; ultimo ma potremmo andare avanti all’infinito, l’Ospedale, ma qui il discorso è lungo e complesso, i sui amici Greco attendono ancora qualche promessa insoluta.

I Traguardi “raggiunti”?

Per concludere i traguardi “raggiunti”. Uno su tutti, il più stimolante e interessante da raccontare è di certo la fantomatica uscita dal predissesto. Nel corso della legislatura targata Manna ne abbiamo contato circa una all’anno, che puntualmente veniva smentita una settimana dopo; regolarmente riproposta nell’ultima campagna elettorale “l’uscita dal predissesto” è divenuta il pezzo forte dello show del nostro sindaco, verrebbe da chiederci come mai quest’anno ancora non è stata proposta.

Poi la grande squadra della TASKFORCE istituita per monitorare la situazione Covid in città. L’ennesima operazione totalmente inutile considerando che ancora non si è ben capito la funzione di questa “squadra speciale”, considerando che non sono neanche in grado di informare quotidianamente i rendesi sulla situazione dei contagi in città. Dunque cosa fanno? A cosa servono?

Scherzi a parte, la carriera da influencer è un’opzione che il sindaco dovrebbe valutare, considerando l’inconsistenza della sua azione amministrativa che in sette anni non ha portato alcun effettivo miglioramento alla vita dei cittadini rendesi, anzi attualmente la città appare spaesata, senza alcun rassicurante riferimento istituzionale, preda anche in questo delicato periodo dello sperpero del patrimonio pubblico, dell’insensato mercato di incarichi in favore dei soliti amici degli amici, di certo una priorità per il Sindaco e la sua giunta, rispetto alle reali  e impellenti esigenze dei suoi cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.