2 min di lettura

Rende.  Siamo alla deriva della politica cittadina; corruzione, clientelismo, arroganza e prepotenza sono i termini con cui si gestisce la cosa pubblica in città; un circolo vizioso di “pochi soci “che amministrano la città con la prepotenza necessaria, che contraddistingue solo determinati “ambienti”, sarà forse che è li che si plasma il fondamento del potere, quell’onnipotenza che ti da il diritto di non dare spiegazioni a nessuno, nemmeno e soprattutto ai cittadini. Sarà forse questo indiscussa manifestazione di potere che turba gli animi timorosi dei consiglieri comunali, assorti in un complice silenzio.

Fatto sta che a Rende il sindaco Manna e i “suoi” spadroneggiano sulla città, e nell’indifferenza totale di una città frastornata da effimeri slogan e proclami autoreferenziali, tipo “guardate cittadini come siamo bravi a tappare le buche” cosa che dovrebbe essere ordinaria amministrazione, invece viene fatta passare come un’operazione eccezionale; in altre parole questi sono escamotage utili  a celare gli innumerevoli sprechi dell’amministrazione comunale.

Spreco e sperpero dei contributi versati dai cittadini rendesi, senza fornire alcuna spiegazione, senza garantire quella trasparenza amministrativa tanto decantata, ma che in realtà non è mai esistita. La privatizzazione della città  continua inesorabilmente, i soci occulti del sindaco e della sua Giunta continuano la loro manovra speculativa,  nel complice silenzio delle forze politiche che forse hanno dimenticato la loro funzione primaria;  tutelare il bene della città.

Dove sono finiti dunque i paladini del politicamente corretto? quelli che gonfiandosi la bocca con la filastrocca del cambiamento si atteggiavano a rinnovatori, “ora che ci sono io in Consiglio”, le ultime parole famose di chi vuol fare tutto ma alla fine non fa nulla. Tutti temono l’occulto potere che si annida nel comune, una “setta”  che individua e stabilisce chi può e chi non può.

Abbandonate ogni speranza, perché al Comune di Rende, chi può respirare lo decide…beh lo sapete benissimo, per gli altri solo un soffocante cappio al collo.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.