1 min di lettura

Una triste notizia avvilisce il cuore di molti amanti dell’arte, in particolare della danza; dopo cinquant’anni la storica Scuola d’arte di Mirella Castriota, sita a Rende in via Crati, chiude a causa della profonda crisi scaturita dalla pandemia  e dalla totale assenza e indifferenza delle istituzioni che non ripongono forse, la giusta attenzione su quelle  autentiche realtà che nel territorio rappresentano non solo  un importante  centro di elaborazione e sviluppo artistico, ma un contenitore di aggregazione sociale e culturale.

Pubblichiamo, dal profilo Facebook , lo sfogo di chi ha dedicato tutta una vita intera all’arte.

“1 ottobre 2020. Oggi avremmo dovuto riaccendere le luci delle nostre aule, a scuola tutto pronto come avete potuto constatare ed apprezzare complimentandovi con noi per come avevamo attentamente preparato il tutto per riaccogliere i nostri ragazzi, invece oggi quelle luci le spegniamo. Siamo sempre stati molto attenti ad ascoltare voi genitori, le titubanze che abbiamo avvertito ci hanno, giustamente, fatto riflettere. Purtroppo la situazione covid, la mancanza di lavoro, cassa integrati, turni scolastici pomeridiani ed altre paure hanno fortemente contribuito ad un eccessivo calo degli iscritti. La nostra scuola ha una storia sul territorio lunga 50 anni e purtroppo e sottolineo purtroppo, la nostra posizione non consente una riapertura con numeri così bassi. Riteniamo giusto questo momento per fermarci, capire cosa succederà andando incontro anche alle influenze, e quindi per adesso ci salutiamo.

Arrivederci a presto e grazie a tutti”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.