FeaturedPolitica Locale

Rende, ancora abbattimenti barbarici?

Previsti nuovi smantellamenti, il disappunto di Midulla

A Rende, l’abbattimento barbarico di alberi “secolari”, è divenuto ormai una prassi amministrativa; già in passato abbiamo potuto constatare un selvaggio deturpamento del verde urbano,  senza criterio e soprattutto senza il parere della cittadinanza. È più che giusto, verificare il livello di pericolosità degli alberi urbani, specie quelli che potrebbero diventare un ostacolo per il corretto vivere dei cittadini, ma è altrettanto vero che esistono metodi alternativi che permettono di salvaguardare la normale quotidianità della città, mantenendo intatta  l’integrità del verde urbano, evitando soprattutto  barbarici smantellamenti.

Francesco Midulla

Il giovane dirigente PD, Francesco Midulla, ci scrive per segnalarci di un altro atto barbarico sfogandosi in una nota: “Oggi l’amministrazione comunale di Rende presenta ai cittadini con tanto di foto e medaglia sul petto, l’inizio della potatura e taglio di alberi pericolosi sapendo di mentire, poiché gli alberi potati e abbattuti stamani rientrano nel percorso della metropolitana Cosenza-Rende, quindi rientrano in un piano di abbattimento per consentire i lavori”.

Le argomentazioni del giovane rendese, pongono comunque ragionevoli dubbi sulle reali motivazioni di questa preoccupante scelta amministrativa, e nell’attesa di ascoltare risposte istituzionali invitiamo la cittadinanza  a mobilitarsi per chiedere maggiore chiarezza sulla vicenda.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Featured

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *