Parco Acquatico, Principe. È opera dei riformisti. Ci auguriamo che la gestione sia all’altezza
PoliticaPolitica Locale

Parco Acquatico, Principe. È opera dei riformisti. Ci auguriamo che la gestione sia all’altezza

Sandro Principe: “Ci auguriamo che siano all’altezza della gestione di una così complessa opera che può portare interesse per Rende e lavoro per i giovani.”

“Abbiamo ideato, progettato, finanziato ed appaltato il Parco acquatico immaginandolo come un polmone verde e pensandolo come una infrastruttura a disposizione non solo di Rende, ma di tutta la provincia e la Calabria. Un parco del benessere e per le famiglie in cui l’acqua era il primo elemento attrattivo, ma chiaramente non l’unico. Il lago navigabile e l’annessa spiaggetta pensata per ritrovare frescura nelle afose giornate in città avrebbe portato “il mare in città”, ma il parco acquatico negli intenti doveva essere, anche altro: ristorazione, fitness, convegnistica”.

Così Sandro Principe, candidato a Sindaco di Rende.“Oggi l’amministrazione – aggiunge Principe – si appresta ad inauguralo in tutta fretta e consegna alla città una infrastruttura vuota: vuota nei suoi servizi, vuota nei suoi contenuti, di fatto incompleta. Osservando da fuori il recinto che ancora delimita il parco ci sembra che sia ancora ben lontano dal progetto. E conclude: “Fino ad oggi l’attuale amministrazione non ha capito l’importanza di questa opera, affidando la gestione ad un consorzio di più imprenditori. Ci auguriamo che siano all’altezza della gestione di una così complessa opera che può portare interesse per Rende e lavoro per i giovani.”

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Politica

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *