Cronaca Locale

Omicidio Bergamini, in centinaia davanti al porto delle nebbie per “stoppare” gli abusi contro Facciolla

Le bandiere e gli striscioni degli ultrà, la presenza di centinaia di cosentini indignati e Donata Bergamini ancora coraggiosamente in prima linea a combattere contro i poteri forti che ancora una volta vorrebbero insabbiare l’omicidio di Denis, il nostro Campione, trasferendo il procuratore Facciolla che ha riaperto le indagini e stava per portarle a conclusione.

Un altro pomeriggio di passione a Cosenza, davanti al Tribunale, che ormai per tutti è solo e semplicemente il “porto delle nebbie”, all’interno del quale continuano ad essere nascoste verità scottanti e continuano a stringersi patti e accordi inconfessabili.

Claudio Dionesalvi, al microfono, ha sintetizzato i passaggi salienti che hanno fatto di Cosenza la zona franca per eccellenza della corruzione, del malaffare e dei poteri forti calabresi. Dalle due guerre di mafia degli anni Ottanta e Novanta ai teoremi contro la sinistra antagonista e Padre Fedele Bisceglia per finire con gli omicidi di stato di Roberta Lanzino e Denis Bergamini. Una sola, unica regia occulta per tenere tutto il marcio sotto il tappeto con la “garanzia” di magistrati corrotti, i cui nomi sono ormai noti a tutta Cosenza, e degli apparati dello stato deviato, sempre pronto a depistare e ad arruolare decine e decine di pentiti funzionali soltanto ai loro sporchi interessi.

La città di Cosenza, così com’era già accaduto dieci anni fa e altre volte nel corso di questi anni, ha risposto presente ed ha manifestato ancora una volta la sua vicinanza a Donata Bergamini, in prima linea a manifestare e a curare i rapporti con i suoi tanti amici cosentini. Una nuova battaglia è appena cominciata. “Ci aspettavamo la chiusura delle indagini – ha detto Donata Bergamini – non il trasferimento di Facciolla. Non voglio entrare nel merito della sua vicenda, ma per noi si tratta di un’ennesima fucilata. Chiedo che lascino l’inchiesta al procuratore Facciolla, una persona schiva e riservatissima“.

Fonte Iacchité: http://www.iacchite.blog/omicidio-bergamini-in-centinaia-davanti-al-porto-delle-nebbie-per-stoppare-gli-abusi-contro-facciolla/?fbclid=IwAR0-AmvWu2lI7ipLvucDIUwh9mouI5uQDwor2h-OBmBp5AmOKKVDST2RA0U

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *