Meglio social o sociali? voi cosa ne pensate..
Cultura e Società

Meglio social o sociali? voi cosa ne pensate..

Meglio social o sociali? voi cosa ne pensate..

Le stories sono il nuovo metodo interattivo per trasmettere l’immediatezza della proprio quotidianità attraverso i social media. “Fare una storia” è oggi una delle maggiori frasi più comuni fra gli adolescenti e non solo; tutti noi oramai siamo soliti condividere la nostra vita con il mondo social-interattivo, mostrando ogni lato della nostra vita privata. E’ palese, purtroppo, che il mal uso della tecnologia e dei social media hanno condizionato la nostra vita, tralasciando la sostanzialità dello scambio interpersonale.

Il rapporto sociale è per definizione la relazione che intercorre tra due o più individui, che mediante un processo di aggregazione, costruiscono il rapporto basandolo su reali sentimenti empatici o su affinità sociali e/o professionali. Premettendo che il progresso tecnologico e la nascita dei social hanno dato un importante contributo alla società odierna, nei servizi, nella comunicazione e nell’informazione, allo stesso tempo l’abuso e uso non equilibrato, hanno portato all’assenza di alcuni momenti di concreta condivisione sociale. Se all’inizio del secondo millennio sentivamo parlare di dipendenza dai videogiochi, riconosciuta come una patologia, anche se meno diffusa nella società, oggi possiamo dire che la dipendenza più diffusa è Internet, nota anche come l’Internet Addiction Disorder (IAD).

Siamo stressati perché la nostra mente non è abituata a fare quello che gli chiediamo di fare. Contemporaneamente, però, il nostro cervello è molto bravo ad adattarsi e continuerà a farlo”, così commenta il medico inglese David Cox; essa in casi più gravi è causa di numerosi disturbi, tra i quali difficoltà a dormire, necessità di trascorrere sempre più tempo sul web, mancanza di concentrazione, difficoltà a creare relazioni sociali fino ad arrivare a depressione e ansia.

Ora, ritornando alla “storia”, la vita sui social media, Facebook, Instagram, Twitter e via dicendo, in qualche modo si sovrappone alla vita reale, mettendo da parte attimi della vita quotidiana, fatta di piccoli gesti, sorrisi o saluti, che una volta erano elementi di piacere e affetto nelle relazioni sociali tra le persone; tuttavia è anche vero che la possibilità di interfacciarsi in nuove relazioni, che se pur social, costituiscono comunque un momento di scambio sociale e quindi opportunità per colmare vuoti nel nostro percorso di vita esistenziale. Numerosi sono gli studi che stanno monitorando il fenomeno e le eventuali conseguenze di un eccessivo abuso, l’importante comunque è mantenere un giusto equilibrio tra vita social e vita sociale.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *