Cultura e Società

“Le Vittime italiane del nazismo e del fascismo”. Convegno il 18 e 19 novembre

Il 18 e 19 novembre 2020 si terrà il convegno conclusivo del progetto “le vittime italiane del nazionalsocialismo. Le memorie dei sopravvissuti. Conoscere, ricordare, diffondere”, diretto dal Professore Filippo Focardi dell’Università degli Studi di Padova (Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali) e finanziato del Fondo italo-tedesco per il futuro.

Il progetto ha visto impegnati sette ricercatori per due anni ed è consistito nella realizzazione di interviste a italiani sopravvissuti a ogni atto di violenza perpetrato da nazisti e fascisti nel periodo della guerra civile e dell’occupazione tedesca (1943-1945).

In questi due anni i ricercatori hanno intervistato circa 100 testimoni, su tutto il territorio nazionale, appartenenti ad ogni categoria di vittime. Grazie all’aiuto di numerose associazioni di reduci, sono state raccolte le memorie di vittime di stragi, di ebrei, di deportati politici, di lavoratori coatti, di partigiani e di internati militari; ognuna di queste interviste rappresenta un patrimonio prezioso ed unico di memoria, che racconta le esperienze vissute da persone travolte dalla violenza della guerra e dalla politiche criminali di repressione e sterminio del nazifascismo.

Tutte le interviste verranno inserite in un sito internet (già accessibile all’indirizzo https://memoriavittimenazifascismo.it/ previa registrazione), che attualmente raccoglie 70 testimonianze.

Ogni intervista è arricchita da schede biografiche sul testimone e da altri apparati che ne facilitano l’utilizzo per la consultazione. Nel sito sono state inserite anche schede storiche e una bibliografia essenziale per facilitarne l’uso anche a utenti non specialisti della materia. Alla fine del progetto è previsto anche l’inserimento di circa 100 interviste.

Il convegno che si terrà in modalità remota a causa delle misure anti-Covid, presenterà i risultati della ricerca ai rappresentanti delle associazioni di reduci di vittime, e agli studiosi più accreditati, fra cui Manuela Consonni, Giovanni Contini, Carlo Gentile, Liliana Picciotto, Gabriella Gribaudi, Lutz Klinkhammer, Brunello Mantelli, Santo Peli, Luciano Zani.

“Le vittime italiane del nazionalsocialismo. Le memorie dei sopravvissuti. Conoscere, ricordare, diffondere”rappresenta un progetto di grande rilevanza non soltanto per la ricerca scientifica ma anche per il suo significato civile; si rivolge infatti ad un pubblico più ampio che, attraverso la voce dei testimoni, può confrontarsi con i profondi traumi della guerra che hanno segnato la popolazione italiana e la sua storia. Dunque uno strumento di studio e ricerca, ma anche uno strumento didattico prezioso.

A chi fosse interessato: 18 (pomeriggio) e 19 novembre (mattina), convegno padovano (virtuale, via Zoom) su Vittime italiane del nazismo e del fascismo. Si può partecipare (Vedi su locandina). L’accesso al webinar è libero, basta collegarsi all’indirizzo web indicato sulla locandina. Nessuna registrazione preventiva.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *