Cronaca LocalePoliticaPolitica Locale

Inadeguata e pericolosa la ristrutturazione prevista per il Castello Normanno-Svevo

I Riformisti: “Sbagliato appesantire la struttura degl’edifici storici con interventi in cemento armato”

I lavori previsti per la ristrutturazione del Castello Normanno-Svevo di Rende, hanno scatenato, perplessità e preoccupazione tra le fila della Federazione Riformista. I consiglieri comunali del gruppo, Alessandro De Rango, Carlo Scola e Franco Beltrano, hanno presentato, una missiva al sopraintendente per l’archeologia, belle arti e paesaggio, per la provincia di Cosenza, Crotone e Catanzaro, Mario Pagano, in cui si sottolinea l’eccessiva pericolosità e danno per la collettività rendese,  nel caso in cui   venissero eseguiti i lavori di ristrutturazione a suo tempo appaltati; questi prevedono rischiosi interventi in cemento armato, materiale che appesantirebbe troppo la struttura,  correndo cosi il rischio,  di danneggiare irreversibilmente l’edifico storico, patrimonio della città.

Carlo Scola, Alessandro De Rango e Franco Beltrano

I riformisti aggiungono inoltre, che nel progettoredatto non sono minimamente previsti lavori di adeguamento antisismico, il ché, aggrava ancora di più le criticità evidenziate, ponendo ragionevoli dubbi anche sui rischi per l’incolumità degl’abitanti del centro storico.

“Chiediamo l’intervento del sopraintendete Pagano, al fine di scongiurare un pericoloso scempio”, chiudono i tre riformisti in una nota.

Situazione da monitorare e da non sottovalutare, che interessa non solo l’integrità del patrimonio storico rendese, ma anche e soprattutto, la sicurezza dei cittadini.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *