Il Tar Calabria chiarisce il ruolo dell’Arpa in materia di accesso agli incentivi, accolto il ricorso degli avvocati Sammarro e Rolli
In foto l'Avv. Dario Sammarro
Cultura e Società

Il Tar Calabria chiarisce il ruolo dell’Arpa in materia di accesso agli incentivi, accolto il ricorso degli avvocati Sammarro e Rolli

Il Tribunale Amministrativo per la Regione Calabria – con l’ordinanza della Sezione Prima n. 633/2020 – assume un’importante posizione nella complessa materia dei procedimenti amministrativi connessi alle attività delle Società operanti nel settore dell’energia idroelettrica.

Nel caso di specie, gli Avvocati Dario Sammarro e Renato Rolli, con la consulenza del dott. Carmine Filicetti, hanno ottenuto una pronuncia favorevole in merito all’accoglimento del lungimirante ricorso proposto in favore di Idroelettrica del Corace S.r.l. contro Arpa, amministrazione resistente, ed altri.

La querelle verte sulla richiesta di annullamento della nota dell’ Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria con la quale l’Arpa emetteva parere negativo relativamente alla richiesta di verifica di conformità della concessione di derivazione ai sensi dell’articolo 3, comma 5, lettera c) punto due del DM 4/7/19 proposta dalla ricorrente-la richiesta comprendeva oltre la concessione di derivazione e il relativo disciplinare, una relazione tecnica con il calcolo del rischio ambientale e del Deflusso Ecologico.

In concreto, il parere negativo, a detta del Tar, ha comportato un ingiustificato sbarramento all’ingresso per incentivi funzionali all’espletamento delle attività delle società ed un’omessa tipizzazione e calssificazione delle acque relative ad un’opera già autorizzata in favore della ricorrente. Il TAR, sospendendo il provvedimento dell’ Arpa ha chiarito che da un lato l’omessa tipizzazione non deve precludere l’accesso agli incentivi cd. FER, che pertanto seguono altra ratio e, dall’altro, il giudice ha imposta all’ ARPA stessa di riesaminare l’istanza della ricorrente nell’ottica di un’istruttoria che deve coinvolgere più soggetti: Regione ed Autorità per il Bacino.

Regole e principi del diritto amministrativo sono chiamati in gioco: la correttezza dell’istruttoria deve sempre e comunque passare dal corretto contemperamento e bilanciamento di interessi pubblici coinvolti. Quando ciò non avviene l’operato unilaterale dell’amministrazione si presenta lacunoso e contrario ai canoni della legge sul procedimento amministrativo.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *