Forum Riformista: Equità di merito, per una società libera da discriminazioni e pregiudizio
PoliticaPolitica LocalePolitica Nazionale

Forum Riformista: Equità di merito, per una società libera da discriminazioni e pregiudizio

Il Forum Riformista Provinciale si ripresenta ai cittadini di Rende e della provincia, con una nuova iniziativa di grande spessore culturale, politico e sociale.

di Tonino Simone

 In questa campagna elettorale amministrativa, di solito le questioni politiche , culturali e sociali , a valenza generale, passano in secondo piano. Ciò perché a prevalere, sono le questioni più strettamente locali . Questa volta, e nella contesa del 26 maggio, a Rende è cambiato qualcosa e per quel che mi riguarda: senz’altro in meglio.

Infatti la campagna elettorale dei riformisti , rispetto agli altri cartelli elettorali, non solo si sta distinguendo per lo spessore delle proposte e degli argomenti a valenza locale, ma ha posto all’attenzione della platea elettorale temi dirimenti per la crescita civile e sociale del paese e per la difesa delle equità economiche in capo alla nostra regione. Infatti , alla prima iniziativa pubblica sulla proposta di autonomia differenziata del Veneto della Lombardia e dell’Emilia Romagna a Lamezia un mese e mezzo fa , ne è seguita un’altra sul ruolo degli enti locali per la crescita del mezzogiorno , con l’autorevole presenza di Claudio Signorile. Domani, ne seguirà un’altra ancora che ha come tema la parità di genere ed il problema dell’equità di merito. Tema questo molto importante per una società etica , una società di diritto , libera e democratica. Una società dove il merito sia la discriminante premiale non solo per il lavoro, ma anche per la difesa e la tutela della dignità della persona; con queste iniziative i Riformisti hanno dimostrato, più di ogni altro, di possedere un passo in più in questa campagna elettorale, in virtù di una consolidata cultura onorevole ed avanguardista verso i problemi che condizionano la quotidianità di ciascuno e la vita : anche di realtà territoriali locali come Rende . Sicché , avanti nel dimostrare alla vasta platea elettorale che siamo diversi ; che siamo animati più di ogni altro, di un forte spirito solidaristico, che possediamo e rivendichiamo con orgoglio quello spirito e quella cultura riformista che tanto onore la storia ci ha riconosciuto;spirito e cultura che nessuno, oggi , può arrogarsi il diritto di impettirsi: tanto meno in questa campagna elettorale.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Politica

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *