Politica

Ferretti: “Rende è la prova tangibile che questa legge elettorale necessita di correttivi”

Di Andrea Ferretti

Dopo il passaggio dell’onda elettorale rendese, generata da quasi 600 candidati al Consiglio Comunale e 9 candidati a Sindaco, credo sia opportuno riflettere sulla Legge che disciplina le elezioni nei Comuni che, sebbene ritengo sia una delle migliori applicabili in termini di rapporto tra governabilità/rappresentanza, potrebbe necessitare di qualche correttivo. Ritengo, infatti, che il primo turno elettorale in Città si sia caratterizzato per una offerta elettorale, a mio avviso, esagerata capace di disorientare l’elettore o, in casi estremi, di farlo decidere con eccessiva leggerezza e con motivazioni del tutto avulse dalla politica. Un alto indice di preferenza, quindi, generato soprattutto dalla conoscenza personale, anzichè da elementi più coerenti alla carica politica da ricoprire e che ha favorito, anche e soprattutto, la genesi di quelle candidature a Sindaco da 1%. Ma tralasciando quest’ultima distorsione, penso sia opportuno intervenire, secondo quanto constatato domenica scorsa, anzitutto sul limite da porre al numero di liste che sostengono lo stesso candidato Sindaco.
A tal riguardo si potrebbe agire in due diversi modi:
stabilendo un limite numerico alle liste che possono sostenere lo stesso candidato a Sindaco;
fissando una soglia di sbarramento abbastanza alta (almeno 4/5%).
Adottando una delle due modalità, nelle coalizioni più grandi, le liste considerate “minori” sarebbero indirizzate ad accorparsi con chiaro beneficio sia per l’elettore che godrà di un’offerta più semplificata sia per l’effettiva competizione. Sicuramente, riducendo il numero di candidati consiglieri, non si abbasserebbe di molto l’indice di preferenza e le relative distorsioni che porta con sè, ma si inizierebbe un percorso di qualificazione delle liste con candidati più competitivi. Quindi, uno scenario molto più nitido per gli elettori chiamati, in primis, a scegliere per il governo della propria Città.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Politica

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *