Politica Locale

Federazione Riformista: “su bilancio e patrimonio Manna dimostra di avere la memoria corta”

Manna e il suo “uovo di colombo”. Non è tempo di polemiche tra le forze politiche sul tema delle finanze del Comune, in attesa di capire quale sarà la linea di difesa di Manna sui pesanti rilievi mossi dalla Corte dei Conti. Una eventuale decisione di dissesto sarebbe una iattura per tutti, date le conseguenze nei confronti dei cittadini e di tutti gli operatori economici che da questa decisione verrebbero penalizzati. Alla presunzione del Manna del primo mandato, quando non risparmiava bordate ai suoi predecessori sulla gestione, si sostituisce oggi un Manna molto più pacato nei toni, che si “giustifica”, invocando tra le cause di difficoltà di gestione di un ente sia la riduzione dei trasferimenti dallo Stato sia le difficoltà dei cittadini a pagare i tributi locali. Rinviamo, come detto, ogni considerazione a dopo la pronuncia dell’organo di controllo nella speranza che l’esito sia positivo. Ma è chiaro che, subito dopo, sarà necessario fare chiarezza sui motivi che hanno portato Rende, mai come oggi, vicino al dissesto. A pochi mesi di una elezione dove si è “mentito” dichiarando di aver sanato i conti pubblici, Manna oggi dovrebbe chiedere scusa ai propri cittadini. Ma non solo. Tra gli argomenti da portare al cospetto dell’organo di controllo, dalle indiscrezioni, pare si voglia ricorrere alla dismissione dell’ingente patrimonio materiale e immateriale costruito nel corso degli anni. Ma in quali anni questo patrimonio è stato costruito? Già perché il primo Manna, quello presuntuoso, ha sempre disconosciuto di essersi trovato a poter gestire, quasi inconsapevole, questo importante patrimonio, interamente creato dalle amministrazioni riformiste. Solo oggi Manna ricorda (e riconosce) di avere questo patrimonio. Nulla di nuovo quindi. Oltre che ai cittadini Manna, dovrebbe fare mea culpa anche nei confronti di chi lo ha preceduto.
Federazione Riformista

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *