Politica Locale

Fed. Riformista: fondi dell’Agenda Urbana per affrontare la crisi economica

I riformisti propongono un maxi piano da 15 milioni di Euro, attraverso la rimodulazione dei fondi europei dell’Agenda Urbana, per sostenere l’economia locale e rafforzare i servizi sociali della Città di Rende.

“La nostra proposta di riprogrammazione dell’Agenda Urbana, mira a sostenere il mondo dell’impresa, del lavoro e delle professioni, a creare più occupazione, soprattutto giovanile e a eseguire interventi infrastrutturali più urgenti in quanto finalizzati al rilancio del sistema economico. Quando si registra una fase di rapida e consistente recessione in economia, è del tutto evidente che la politica dei prestiti garantiti dallo stato, peraltro di non rapida messa a disposizione degli operatori richiedenti, può risultare spesso inefficace, anche perché i debiti si devono restituire. Ciò’ vale soprattutto per le piccole e medie imprese, che costituiscono la gran parte del tessuto imprenditoriale del nostro territorio. E’ evidente, che se si vuole dare una scossa per la ripresa, più rapida possibile, è necessario ricorrere al fondo perduto. Se si ferma il cuore si deve ricorrere al “defibrillatore “.

Questi i motivi che hanno portato la Federazione Riformista a proporre, all’Amministrazione Comunale, una serie di misure economiche a sostegno delle aziende, dei commercianti e dei liberi professionisti, a rafforzare i servizi sociali della Città e alcune infrastrutture strategiche come il poliambulatorio di Quattromiglia, del Centro Storico e della zona industriale. (clicca qui per leggere il documento integrale)

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede la proposta della Federazione Riformista:

  • € 9.400.000 euro per aziende, con almeno 3 dipendenti del settore industriale, agricolo, dell’artigianato, anche artistico, dei servizi, del commercio, della cultura e delle libere professioni.
      • € 100.000 a fondo perduto per azienda, € 48.600 per investimenti finalizzati a migliorare il funzionamento aziendale
      • € 51.400 per l’assunzione per 2 anni di tirocinanti under 40 di € 650 al mese per due anni
  • € 2.000.000 per favorire la nascita e sostenere l’impresa sociale
      • € 154.000 a fondo perduto ad azienda di cui € 54.000 per investimenti, per migliorare la funzionalità dell’azienda e
      • € 100.000 per voucher 300€ al mese per due anni per gli utenti sociali.
  • € 1.000.000 per sostenere disoccupati privi di altre provvidenze e famiglie in notevole difficoltà economica.
      • € 500 al mese per un anno ai lavoratori senza C.I.G, reddito di cittadinanza o altre provvidenze.
      • € 250 al mese per buoni spesa, per un anno, alle famiglie in condizioni disagiate.
  • € 2.600.000 per potenziamento e ammodernamento infrastrutture centro storico, zona industriale e acquisto attrezzature poliambulatorio di Quattromiglia
      • Lavori di manutenzione e per la ripresa del funzionamento delle scale mobili.
      • Lavori di ristrutturazione di palazzo Basile per rilanciare l’idea del Paese Albergo
      • Acquisto attrezzature per il Poliambulatorio G. De Maio di Quattromiglia
      • Lavori di manutenzione straordinaria della rete idrica, fognaria, elettrica, delle strade, dei marciapiedi della zona industriale.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *