Degrado sociale, la casa di Noemi e il silenzio del Comune di Rende
Politica Locale

Degrado sociale, la casa di Noemi e il silenzio del Comune di Rende

Oggi raccontiamo la storia di Noemi, una donna di 49 anni, con gravi problemi di disabilità psichica, che vive nel Centro Storico di Rende in una casa popolare di proprietà comunale.

L’umidità a casa di Noemi part. 1

Purtroppo la casa dove vive Noemi, che ribadiamo è un alloggio popolare di proprietà del Comune di Rende, sono anni che necessita di una serie di interventi per il rifacimento del tetto e della relativa copertura, senza questi lavori l’edificio è preda delle intemperie che ogni anno provocano crepe, infiltrazioni d’acqua e tanta umidità, causando alla povera Noemi dolori reumatici e problemi respiratori, senza contare che l’abitazione sia, anche, priva dell’impianto di riscaldamento a causa della rottura della caldaia.

L’umidità a casa di Noemi part.2

Nonostante le innumerevoli sollecitazioni presentate al Comune di Rende da Noemi, con il supporto dei suoi familiari, presso l’Ufficio tecnico comunale del Dott. Minutolo, l’Amministrazione guidata dal Sindaco Manna continua a rimanere impassibile davanti a questo dramma umano, di una persona con gravi problemi di disabilità.

 

Inoltre sembra che per ben due volte la somma per i lavori sia stata stanziata (circa 20.000€) per poi essere stata dirottata su altre “pratiche” da parte dell’Ufficio Tecnico.

La stufa con cui Noemi si riscalda a causa della rottura della caldaia

Noemi è molto legata alla casa, era la casa dei suoi genitori, la casa dove è cresciuta, e non ha nessuna intenzione di lasciarla a causa dell’inadempienza del Comune, nonostante anche i familiari, data la negligenza del’Ente pubblico comunale, abbiano cercato di convincere Noemi a trasferirsi presso la loro abitazione.

Ora noi ci chiediamo, ma com’è possibile che il Sindaco Marcello Manna e l’Assessore alle politiche sociali Annamaria Artese possano permettere tutto ciò, lasciare un disabile mentale ed inabile al lavoro in queste condizioni, con il rischio per il Comune di Rende di incorrere in sanzioni penali, qualora a Noemi dovesse crollare il tetto addosso, ipotesi non remota viste le condizioni della sua dimora.

Noemi ha il sacrosanto diritto di vivere nella sua casa e il Comune di Rende ha il dovere legale e morale di rendere agibile e sicura la sua abitazione.

In basso il video della casa di Noemi quando piove.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *