Cuba replica agli USA: continueremo ad esportare medici e non bombe
PoliticaPolitica Estera

Cuba replica agli USA: continueremo ad esportare medici e non bombe

Cuba respinge le critiche degli Stati Uniti definendo la loro campagna “immorale” di “discredito” contro l’assistenza medica che l’Avana offre ad altri paesi nel corso della crisi del coronavirus.

Il Ministero degli Affari Esteri ha presentato una nota diplomatica di protesta al governo degli Stati Uniti in risposta a recenti dichiarazioni particolarmente offensive da parte del Dipartimento di Stato che ha portato a una continua e aggravata campagna di discredito e si trova contro la cooperazione medica internazionale che fornisce Cuba” , come ha dichiarato Juan Antonio Fernández Palacios, vicedirettore della direzione generale della Stampa(comunicazione e immagine del ministero degli Esteri cubano.)

Ricordiamo ai lettori che tutt’ora vige un embargo economico e finanziario, conosciuto come el bloqueo, imposto dagli Stati Uniti, all’indomani della rivoluzione socialista cubana. Il presidente Obama il 17 dicembre del 2014 annunciò l’intenzione di porre fine al blocco, tuttavia con al termine  della presidenza Obama, il neoeletto Donald Trump rinnovò le dure condizioni dell’embargo.

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Politica

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *