2 min di lettura

La pubblicazione del protocollo per la ripresa dell’attività del rugby di base sviluppato dalla
Commissione Tecnica e dalla Commissione Medica federale catapulta ufficialmente le società affiliate alla Federazione Italiana Rugby nella Fase 2. L’ASD Rugby Rende si appresta dunque a tornare in campo dopo il lungo periodo di stop dettato dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, seguendo pedissequamente le linee guida che disciplineranno lo svolgimento degli allenamenti collettivi: la ripartenza per il Club biancorosso passaesclusivamente attraverso la sicurezza dei propri atleti. La sanificazione degli ambienti già operata è solo uno degli ultimi step di un percorso avviato nei mesi scorsi, quando la forzata lontananza dal gioco è stata colta dallo staff tecnico e dalla dirigenza tutta come occasione per approfondire le proprie competenze con corsi di formazione e rinsaldare i rapporti con i singoli elementi e con l’intero gruppo squadra, attraverso attività “smart” all’insegna della palla ovale. Archiviata per il momento la didattica a distanza e ogni format digitale, i giovani rugbisti calabresi potranno tornare a correre sul verde manto del “Tonino Mazzuca” di Rende a partire da venerdì 29 maggio con un nuovo ciclo di allenamenti, progettati con cura dal settore tecnico dei biancorossi per riconquistare la forma fisica e riprendere confidenza con la disciplina nel pieno rispetto delle nuove disposizioni. Si fa fatica ad immaginare il Rugby senza contatto, ma le contingenze impongono di stare in guardia dal possibile incorrere in un riacutizzarsi dei contagi; anche in un momento così delicato i celebri valori del mondo ovale sono una grande risorsa: il “sostegno” e la “fratellanza” fra Associazioni Sportive Dilettantistiche, infatti, saranno la cifra distintiva di questo periodo di transizione che porterà sino alla nuova stagione sportiva. Lavorare in sinergia con gli altri enti e federazioni presenti sul territorio non è certo una novità per il Rugby Rende, che trasformerà in questo caso il campo “Mazzuca” in una sorta di Teatro dello Sport: ad inaugurare simbolicamente questa nuova avventura sarà, giovedì 28 maggio alle ore 19.00, la Gierre Fitness Club con una lezione gratuita di “Functional Training” all’aperto.

Locandina del primo evento della fase due organizzato dalla Gierre Fitness Club sul medesimo campo il 28.05.2020

Le novità non si esauriscono però qui, sono infatti in programma una serie di interventi atti a migliorare le condizioni dell’impianto sportivo rendese, lavori di piccola e grande entità – a partire dalla recinzione esterna, sino alla manutenzione dei locali interni – il cui fine è quello di rendere la casa della palla ovale biancorossa sempre più accogliente e accessibile a tutti.

Valentina Corrado

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi un commento!
Per favore inserisci qua il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.