Rende: lo sport è di tutti! Il Sindaco risolva l'odissea dell’ASD Città di Rende
Politica Locale

Rende: lo sport è di tutti! Il Sindaco risolva l’odissea dell’ASD Città di Rende

“Rende candidata a città dello sport”. L’ennesimo spot pubblicitario emanato dall’amministrazione Manna; una bufala nella sostanza perché non corrisponde assolutamente alla realtà dei fatti, e questo il buon Sindaco lo sa bene.

Infatti sulla scia della sua opera amministrativa fatta da fumose promesse e artificiosi slogan, Sindaco e giunta continuano con questa futile azione propagandistica fatta di promesse mai mantenute e di rassicurazioni fasulle; a darne conferma stavolta e la spiacevole disavventura vissuta da un’affermata realtà sportiva locale, l’ASD Città di Rende Futsal, una società di calcio a 5 che indossa i colori della città.

Il club biancorosso, partendo dalla Serie D già nella sua prima stagione, poi bloccata a causa del Covid-19, dimostra di essere una realtà all’altezza del livello della del panorama calcistico regionale, piazzandosi al secondo posto, a -4 punti dalla capolista, a dieci partite dalla conclusione della stagione, prima della sospensione.

Una società sportiva consolidata e ambiziosa, che ha investito una cospicua somma di denaro per il ripescaggio, accolto dalla Federazione, nella categoria superiore C2; ciò a testimonianza della volontà di questa affermata realtà di investire sul territorio e sul relativo progetto sportivo.

 

Ad ogni modo è da circa due anni, che il presidente e i suoi collaboratori,  sono alla ricerca di una struttura che consenta alla squadra di allenarsi; e se nel lontano 2019 l’amministrazione Manna, forte della sua indole da “cazzari”, si è subito lanciata in promesse mai mantenute e in rassicurazioni che nella sostanza si sono tradotte nel “Nulla”, oggi, con la ripresa del campionato la società sportiva, rappresentativa della città, stenta a trovare un luogo dove poter svolgere regolarmente gli allenamenti. Inoltre ci riferiscono che tutte le strutture pubbliche affidate ai privati, chiedono e pretendono somme esorbitanti fuori da ogni logica, e menomale che la pandemia doveva renderci più solidali, anche perché lo sport è un bene della collettività e non un privilegio dei ricchi.

La prerogativa dell’ articolo ovviamente non ha alcun fondamento polemico, anzi vuole rafforzare l’ipotesi della città dello Sport, invitando e sollecitare l’assessore al ramo Gagliardi ad interessarsi della vicenda dell’ASD Città di Rende Futsal in modo celere e risolutivo, perché se Rende vuole realmente essere città dello sport, deve esserlo a 360° senza abbandonare nell’incertezza quelle realtà sportive che hanno deciso di investire sul territorio.

Errico Badhead

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *